Hydra Software

Surriscaldamento riduciamo il problema

Il nostro computer dà il meglio si se lavorando entro certe temperature, quindi dobbiamo usare gli strumenti opportuni per impedirne i possibili aumenti improvvisi.

 

L’aumento esponenziale delle prestazioni dei nostri computer ha come rovescio della medaglia anche la crescita delle temperature dei processori, se non adeguatamente tenute a bada con ventole e dissipatori di vario genere. Il fatto è che il computer lavora al meglio sotto una determinata soglia di calore, oltre la quale le prestazioni calano, e, i rischi di guai tecnici aumentano. Quindi usare il nostro sistema operativo per dare una mano ai dispositivi di raffreddamento montati nelle macchine che usiamo ha un duplice vantaggio. Due sono gli strumenti che possiamo usare per ottenere il risultato desiderato, TLP e CPUFREQ, che installeremo tramite Terminale, il primo funzionerà in sottofondo, mentre il secondo ci fornirà un comodo menu attraverso il quale imposteremo il processore in risparmio energetico.

Installazione e configurazione

 

Il repository di TLP. Digitiamo la riga di comando: sudo addapt- repository ppa:linrunner/tip , premiamo Invio e ancora Invio per confermare. Poi aggiorniamo il sistema scrivendo sempre nel Terminale la riga: sudo apt update e premiamo Invio.

 

Installazione ed esecuzione. Ora installiamo lo strumento scrivendo ancora nel Terminale :

sudo apt install tip tip-rdw. Premiamo Invio e poi S e Invio quando ci viene richiesto dalla procedura. Per attivare TLP eseguiamo la riga: sudo tip start e non dovremo fare altro.

 

Installazione di CPUFREQ. Con Firefox, colleghiamoci all’indirizzo apt: indicator-cpufreq e lasciamo selezionato AptURL nella finestra che si apre. Facciamo clic su Apri link e poi su Installa. Attendiamo la fine dell’operazione poi riavviamo il computer.

 

Impostiamo la frequenza. Una volta tornati nel desktop di Ubuntu, nel pannello in alto dovrebbe essere comparso un nuovo pulsante. Facciamo clic su di esso e selezioniamo Powersave nell’elenco delle frequenze che ci viene mostrato.



Booking.com

 

 

Lascia un commento



Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *